Un turismo slow per una città smart

La vocazione turistica di Telese deve esplicitarsi in un turismo costante ma non invasivo, volto, prevalentemente, alla cultura, alla ricerca del benessere psicofisico, alla scoperta del buon cibo e di uno stile di vita più “slow”. Ciò significa individuare uno specifico target turistico e finalizzare tutte le iniziative a questo obiettivo.

Vuol dire, quindi: costellare l’anno con una serie di eventi: musicali, cinematografici, artistici e culturali, tali da garantire un flusso costante e destagionalizzato di turisti; valorizzare, al contempo, le iniziative sportive che già hanno una loro consolidata storicità, allargandone il perimetro fino a giungere ad un vero “mese del benessere”, con spazi convegnistici, iniziative collaterali (benessere e bellessere in collaborazione con le terme), dibattiti.

E’ necessario, inoltre, porre adeguata attenzione alla possibilità di attrarre un turismo medico/scientifico, in considerazione del fatto che esistono sul territorio tre importanti strutture sanitarie. Ci adatteremo alle linee dettate dal Piano strategico per il turismo 2017-2022, che individua nelle aree interne e nell’innovazione due degli asset di sviluppo su cui agire, destinando ad essi specifici investimenti.

PROPOSTE A 12/18 MESI
Lavorare in partnership ed elaborare una strategia di comprensorio
L’idea di una sola città al comando è superata e distruttiva. Bisogna recuperare il rapporto di buon vicinato e consolidare un’offerta turistica integrata. Conseguentemente, è prioritario sviluppare delle organizzate e consolidate reti di collaborazione sul territorio sia con gli enti locali a noi più vicini, sia attraverso un confronto costante con gli operatori privati e le principali associazioni di categoria. Solo attraverso una collaborazione strategica, concreta e propositiva, si possono ottenere significative ricadute sul territorio. Ciò, chiaramente, vuol dire rafforzare e rendere più incisiva la nostra partecipazione in tutti gli organismi intermedi in cui si discute di turismo, che devono essere il luogo di confronto privilegiato. Solo a titolo di esempio citiamo GAL, il DISTRETTO TURISTICO, PARCO NAZIONALE DEL MATESE e SANNIO SMART LAND.

PROPOSTE A 18/24 MESI
Tutelare e valorizzare il patrimonio naturale e culturale: la Strategia territoriale “Telese Città dell’Acqua”.
Il piano strategico prevede interventi materiali per circa 23 milioni di euro e interventi immateriali per circa 2 milioni di euro.

La strategia sarà così articolata:

  • Lago, fiume Calore, torrente Grassano, area della Torre normanno-longobarda, torrente Seneta, sorgente (“boffa”) di Pagnano, parco Iacobelli e parco delle terme costituiranno un solo campo di interventi, pianificati e integrati;
  • Si sottoscriverà il Contratto del fiume Calore e del lago di Telese (CFL), in collaborazione con i Gruppi di Azione Locale (GAL) Titerno e Taburno.

Alcuni esempi di interventi materiali cui punteremo:

  • Lago di Telese: risistemazione delle sponde, analisi costi/benefici modalità gestionali ed eventuale chiusura al traffico ed accessibilità alternativa, anche alla luce delle opere di compensazione previste per la linea ferroviari ad alta capacità;
  • Parco Jacobelli: Gestione e manutenzione degli spazi verdi; valorizzazione come location per eventi teatrali, cinematografici e sportivi; attivazione di un sistema di illuminazione artistica; analisi costi/benefici modalità gestionali;
  • Torre normanno-longobarda: Gestione delle visite, preparazione volontari e/o guide specializzate nella storia cittadina e del territorio circostante – collaborazione con le scuole presenti sul territorio. Istituzione di un parco urbano a carattere storico, archeologico e naturalistico;
  • Rio Grassano: Continuità con il territorio di San Salvatore Telesino attraverso aree verdi dove poter sostare, percorsi benessere (corsa e bici) e naturalistici; Attivazione del trenino di collegamento gratuito dall’ingresso del parco Grassano all’ingresso delle terme;
  • Terme di Telese: Piano turistico condiviso per l’incoming ed il miglioramento dell’aspetto sociale per il telesino e per il turista, Costruzione di un pacchetto turistico legato allo “Sport e Benessere”;
  • Monte Pugliano: Gestione degli spazi verdi e dei percorsi, mappatura percorsi trekking e cicloturismo MTB, analisi costi/benefici modalità gestionali in collaborazione con associazioni e guide specializzate MTB e Trekking, che gestiscano sotto la supervisione dell’amministrazione.

In quest’ottica lavoreremo, inoltre, per i seguenti obiettivi:

  • Riattivazione di tutte le fontane ornamentali telesine;
  • Realizzazione studio fattibilità tecnica e giuridica per l’utilizzo di canoe su tutti i corsi e gli specchi d’acqua telesini.

Valuteremo l’affidamento della manutenzione delle aree e del verde pubblico ad un solo soggetto sociale, attraverso una selezione che premi la proposta migliore.
Sigleremo due patti di collaborazione (Lago e Monte Pugliano) con i soggetti sociali che in questi anni hanno permesso la riscoperta di beni ambientali, naturalistici e identitari che erano stati trascurati e che costituiscono, invece, una delle solide basi per la materializzazione dei valori in cui la nostra comunità si riconosce.

Marketing e Comunicazione
Ci si propone di realizzare un piano di marketing turistico attraverso una pianificazione del prodotto turistico Telese Terme: presenza su riviste specializzate e presenza nei workshop, B2B, Fiere Turistiche nazionali, piattaforme on-line turistiche e tour operator. Daremo rilievo agli interventi fortemente innovativi.

In particolare ci impegniamo a condividere una strategia per la promozione di una città bella e accogliente, che veda negli operatori economici il punto di svolta per una Telese finalmente adeguato alle sfide contemporanee.