Una città che gode del bello e crea sviluppo

Siamo fermamente convinti che tutti i cittadini hanno il diritto di godere delle bellezze della propria città. Sembrerebbe ovvio, ma questo vuol dire manutenerle, valorizzarle e viverle. Pensiamo fermamente che in questo modo la cultura diventi anche volano di sviluppo economico. Intendiamo essere registi nella progettazione e realizzazione di politiche culturali di medio e di lungo termine. Lo scopo è creare le migliori condizioni e opportunità per il concreto sviluppo di tutte le attività culturali nel territorio. Le politiche culturali della nostra amministrazione vogliono “includere”, nei vari livelli operativi e qualitativi, tutti gli operatori cittadini e ogni altro possibile partner e/o sostenitore interessato a realizzare iniziative culturali anche di livello nazionale e internazionale, in ogni campo artistico.

Le manifestazioni culturali hanno bisogno di spazi adeguati per essere convenientemente realizzate e valorizzate. In tal senso, il programma culturale complessivo e pluriannuale per la cultura potrà dare utili indicazioni per la sistemazione o il restauro di nuovi spazi non utilizzati, o poco utilizzati. Una particolare attenzione va data ai quartieri. È necessario prevedere che, progressivamente, la distribuzione degli eventi e delle attività culturali tenga conto delle realtà dei quartieri

PROPOSTE A 12/18 MESI

  • Implementare una Strategia di area per la cultura: teatro, cinema, musica, lettura saranno elemento fondante del nostro modello di sviluppo economico e di proposta territoriale;
  • Potenziamento della biblioteca comunale e suo inserimento nel portale OPAC SBN (catalogo del servizio bibliotecario nazionale), con apertura al pubblico e disponibilità di strumenti digitali. La biblioteca si integrerà con gli strumenti già attivi su tutto il territorio;
  • creare un accordo con una cittadina europea, anche termale, attraverso il gemellaggio, con grandi vantaggi e benefici alla nostra comunità e alla sua amministrazione: integrazione, unione tra persone provenienti da diverse parti dell’Europa, condivisione dei problemi, scambi di promozione e valorizzazione di prodotti tipici e delle risorse che le cittadine gemellate offrono. Rientra in questo progetto il Gemellaggio tra scuole, “E Twinning” (collaborazione e cooperazione a distanza fra le scuole). E’ una forma di educazione interculturale, che fa uso di strumenti multimediali e di scambio per cooperare tra gli istituti scolastici. I gemellaggi via internet aprono prospettive nuove allo sviluppo dei rapporti e degli scambi fra i giovani europei, tra i docenti e gli istituti, e le nostre scuole devono iniziare a sperimentare e progettare forme di educazione interculturale, come ulteriore strumento per rafforzare la comprensione reciproca. Tale iniziativa però presuppone che gli istituti dispongano delle infrastrutture necessarie.
  • Realizzazione convegno sulla Telesis Nova medievale e rievocazione storica del nucleo abitativo medievale originario di Telese con ologrammi e videoproiezioni e, per l’occasione, restauro dell’edicola votiva dell’Addolorata.