Il nostro programma non vuole essere uno sterile e  fantasioso elenco di iniziative, belle quanto irrealizzabili. Non ci interessano promesse elettorali di breve respiro e non ne troverete. Vogliamo fare cose concrete con atteggiamento pragmatico e non ideologico e, soprattutto, con una visione del futuro di lungo periodo.

Abbiamo le idee chiare e non abbiamo timore di assumere impegni. Per questo vi proponiamo un programma illustrato in maniera semplice, agile e comprensibile, che consente una lettura immediata e per argomenti. Le nostre proposte recano indicazioni precise anche sui tempi di realizzazione, dei quali saremo chiamati a rispondere.

Siamo certi di poter fare ciò che indichiamo: ci sono tutti i presupposti.

Il primo impegno che assumiamo, anzi, è quello della trasparenza, sottoponendo a verifica semestrale l’attuazione del programma. Lo faremo con una delibera di giunta, un atto pubblico attraverso il quale tutte e tutti potranno giudicare il nostro operato.

Per la realizzazione di molte delle idee proposte contiamo, inutile dirlo, sulla possibilità di intercettare finanziamenti pubblici che ci sono e che, probabilmente, potrebbero essere ancora più cospicui con l’attivazione del “Fondo Next Generation EU” nei prossimi anni. Dobbiamo partire da una consapevolezza: la pandemia globale è destinata a produrre profonde trasformazioni. Sta a noi la scelta se subirle passivamente o provare a orientarle sul territorio. Noi siamo per questa seconda strada e proveremo a farlo sia dando concretezza alla Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) sia utilizzando la leva trasversale ad ogni nostra linea di azione: l’innovazione.

Per centrare questo obiettivo è evidente che bisognerà avere una struttura amministrativa adeguata e finalizzata, con strutture organizzative a questo appositamente dedicate, oltre alla capacità politica di programmare a medio/lungo periodo.

Ci struttureremo appositamente a tal fine.  Non trascureremo nemmeno un’opportunità di quelle che sarà possibile cogliere. Ed è altrettanto chiaro che bisognerà lavorare in stretta sinergia con tutti i Comuni della Valle Telesina, ed in particolare con i Comuni a noi limitrofi, non fosse altro per la condivisione di molti dei beni ambientali telesini.

La realizzazione di un programma del genere non può prescindere dalla collaborazione di tutti coloro che saranno coinvolti, nell’Amministrazione e fuori dalla stessa.

Ma è questo il senso della “città popolare”: una costruzione complessiva che è di tutti ed alla quale tutti sono chiamati a collaborare. È per tutto questo che vi chiediamo il consenso.

Scarica il programma completo in PDF

Fai clic sul tasto seguente per scaricare il programma